Cosa sono i DCA?

Cosa sono i disturbi alimentari?

I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono patologie mentali gravi e complesse caratterizzate da una alterazione delle abitudini alimentari e da un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo.

Nonostante la maggior parte delle persone che ne soffrono sono femmine e spesso adolescenti, nell’ultimo periodo sono aumentati anche i casi nei maschi. Dunque i disturbi alimentari possono colpire chiunque, a prescindere da forma del corpo, peso, sesso, età o etnia.

Disturbi alimentari principali:

-Anoressia

Il termina anoressia deriva dal greco àn e òrexis che letteralmente si può tradurre come mancanza di appetito; in realtà questo termine risulta errato dal punto di vista epistemologico in quanto l’anoressia non implica una perdita di appetito ma un rifiuto prolungato del cibo, un forte desiderio di voler controllare l’ingestione di cibo.

L’anoressia porta a una drastica limitazione dell’assunzione di cibo che ha come conseguenza una notevole perdita di peso che mette a rischio la salute psicofisica di chi ne è affetto.Molto frequente in questo caso è il “BDD o Dismorfismo corporeo”, ovvero un’eccessiva e persistente preoccupazione per alcune parti del corpo.E’ importante ricordare che si può essere malati di anoressia nervosa anche senza essere sottopeso.

-Anoressia atipica

La differenza sostanziale tra l’anoressia nervosa (tipica) e l’anoressia atipica è il peso. Nell’anoressia atipica la persona malata non è necessariamente in sottopeso.

-Bulimia

La bulimia è un disturbo alimentare caratterizzato da una voracità patologica ed eccessiva nel mangiare (abbuffate), seguita da comportamenti compensatori come il vomito, utilizzo di lassativi, digiuno prolungato o eccessiva attività fisica.

Per abbuffata si intende l’ingestione di una grande quantità di cibo, di gran lunga superiore alla quantità di cibo ingerita solitamente da quella persona, in un tempo breve. Durante un episodio di abbuffata vi è solitamente una perdita di controllo, ossia la persona non riesce a interrompere l’abbuffata pur volendolo finendo per avere forti sensi di colpa. Queste sensazioni di vergogna e colpa sono spesso seguite da metodi compensatori.

-Binge Eating Disorder

Il Binge Eating Disorder (BED) o Disturbo da Alimentazione Incontrollata è caratterizzato da ricorrenti episodi di abbuffata (almeno uno a settimana per un minimo di tre mesi), durante il quale la persona mangia una quantità di cibo molto elevata non seguiti da condotte compensatorie. Quando le abbuffate avvengono esclusivamente durante le ore notturne, viene definito Night Eating Syndrome. Le persone che soffrono di BED, a causa delle frequenti abbuffate, rischiano più di altri di arrivare a condizioni di obesità importanti, con notevoli complicazioni dal punto di vista medico.

Secondo diversi studi, tra cui un’analisi condotta da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il BED colpisce circa il 2% della popolazione generale ed è per questo considerato il disturbo della nutrizione e dell’alimentazione più frequente.

Oltre questi 3 Disturbi Alimentari ci sono:

-ARFID o Disturbo Evitante Restrittivo dell' Assunzione di Cibo

L’ARFID è un disturbo in cui l’assunzione di cibo viene drasticamente ridotta o si evitano alcuni alimenti. I soggetti con ARFID non temono di ingrassare, a differenza delle persone affette da anoressia. Una diagnosi di ARFID è presente soprattutto nei bambini, in cui un’elevata selettività alimentare arriva a compromettere lo sviluppo del bambino stesso.

-Ortoressia

L’ Ortoressia ovvero l’ossessione per un’alimentazione corretta o sana. Gli studi hanno dimostrato che molte persone che soffrono di ortoressia presentano anche un disturbo ossessivo-compulsivo. Comportamenti tipici: controllo compulsivo delle liste degli ingredienti e delle tabelle nutrizionali, mangiare solo alcuni alimenti dividendo il cibo tra “sano” e “cattivo”, inusuale interesse per la qualità di ciò che mangiano gli altri, seguire ossessivamente i blog di cibo.

-Vigoressia o Bigoressia

La Vigoressia è una forma di dismorfofobia, contraddistina dalla continua ossessione per il tono muscolare, l’allenamento, la massa magra, una dieta ipocalorica e iperproteica e, infine, la tenuta atletica del corpo. Questa condizione è abbinata a un forte desiderio di ingigantire il proprio corpo, fino a raggiungere il modello di si utilizzano steroidi anabolizzanti e proteine in polvere per promuovere la crescita muscolare.

-Chewing and Spitting

Il Chewing and Spitting ovvero il “masticare e sputare” determinati alimenti per paura di ingrassare. Tuttavia la masticazione attiva il processo digestivo e anche se il cibo viene sputato la saliva ha già iniziato il suo lavoro di scomposizione degli zuccheri, infatti molte persone che masticano e sputano il cibo finiscono per ingrassare e non per dimagrire.

-Sindrome di ruminazione

La Sindrome di ruminazione è un disturbo alimentare caratterizzato da una risalita del cibo non digerito dallo stomaco fino alla bocca (in forma di rigurgito); una volta che questo sia tornato in bocca, il paziente potrebbe procedere ad una nuova masticazione e poi deglutirlo, oppure sputarlo.

Tuttavia vi è un punto in comune tra tutti i Disturbi Alimentari: La sofferenza che si prova.